Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Invia quesito

Compila il seguente modulo (* campi obbligatori)

 

Cerca tra le domande



BuonaseraDottore.
Ho fatto visita e risultato che dovrò aver un calo ponderale di 12/13 kg come primo step e verificare in seguito il mio corpo e mente come reagiranno .
In ciò nulla incontrario ma ora a solo un terzo giorno di dieta mi domando : come mai mi si e’ fatto iniziare da una fase 2 ??
Ho 37 anni vita super sedentaria ( al giorno d’oggi ) .
Questo terzo giorno tantissima fame e ho dovuto aumentare con del pollo bollito , non so come comportarmi, se questa fame dovesse persistere ?
Cosa potrei sgranocchiare alla sera ?
grazie
L.

Deve assolutamente iniziare dallo step 1 e non dallo step 2 : la induzione della chetogenesi in step 1 determina un decremento della concentrazione plasmatica di insulina ,con ampia sensibilita’ ai carboidrati prodotti per neoglucogenesi , utilizzando le proteine pre-assimilabili degli integratori New Penta fase 1 ,incremento dei corpi chetonici da ossidazione epatica dei lipidi (trigliceridi) e quindi inibizione della produzione di grelina gastrica che Le determina attualmente il senso di fame.

Dottore buonasera vorrei sapere se nello step 2 é concessa una tisana papaya ed arancia.ingredienti:rosa canina,fiori di ibisco bianco e rosso,aromi naturali,scorza di arancia,radice di liquirizia,Succo di papaya,grazie

No perche’ il succo di papaya contiene carboidrati nella quantita’ stimata di 11 gr per cento grammi di prodotto: bloccherebbe cosi’l’induzione della chetogenesi

Dottore salve mia Zia assume coumadin essendo cardiopatica in seguito ad un intervento al cuore di sostituzione valvolare mitralica. Ha il colesterolo a 300. Può seguire la dieta?

Assolutamente si : l’assunzione di coumadin non controindica l’utilizzo dei prodotti New Penta : e’ ovvio che Sua Zia deve limitare il consumo di certe verdure  , che contengono vitamina K vegetale ed interferiscono con la concentrazione di warfarin( coumadin) : a tal proposito puo’ consultare il sito a tavola con il coumadin

Dottore, ma una volta terminati gli step del protocollo, in regime alimentare “normale” è possibile/consigliabile consumare alcuni dei vostri prodotti in caso di voglia di dolce o di uno snack? Insomma, mangiare uno dei vostri prodotti limiterebbe i danni rispetto al mangiare uno snack normale?

Assolutamente si anzi le consiglio vivamente di utilizzare quale snack prodotti dolci normoproteici-ipoglucidici New Penta step 1 :cosi’ facendo crea condizioni metaboliche per un ampia sensibilita’ all’insulina prodotta dal suo pancreas e quindi tutti i tessuti insulino dipendenti introitano glucosio da utilizzare per la produzione di ATP  che e’ una molecola ad alto livello energetico per   idrolisi spontanea in ADP + fosfato con liberazione di 7,2 Kcal /mole (pensi che il nostro organismo ne produce circa 45 chili al di  con liberazione di circa 3000 Kcal)

Salve dottore. Vorrei che mi chiarisse una cosa. Se interrompo/disturbo la chetosi, il tempo necessario per tornarci è indipendente dal modo? Mi spiego, se bevo due o tre bicchieri di coca cola zero oppure mangio due o tre prodotti fornodiet nello stesso giorno, creo gli stessi danni (a livello del processo chetogenico) che creerei se mangiassi una pizza o un dolce? La rigrazio

Se consuma coca cola zero e tre prodotti fornodiet non interrompe la chetosi : se consuma carboidrati semplici o complessi contenuti nella pizza o nei dolci invece interrompe il predetto processo metabolico di ossidazione lipidica

Buongiorno Dott.
sono al secondo step di dieta da ormai 3 mesi e mi mancano solo un paio di chili prima di cominciare il reintegro e passare agli step successivi.
Oggi per esigenze di lavoro sono andata a mangiare in un ristorante sushi. Il calo può essere stato compromesso e quindi la dieta?
La ringrazio per la risposta

Purtroppo si atteso che il sushi  contiene riso, e, come Lei ben sa contiene amidi , che sono carboidrati complessi : assumere carboidrati complessi interrompe la chetogenesi indotta dalla dieta ( che solitamente riprende dopo 3 o 4 giorni )

Buonasera dottore,
può cortesemente indicarmi gli alimenti consentiti nel primo step
Grazie

Tutti i prodotti nutrizionali New Penta contrassegnati con il triangolo rosso e la scritta 1 ( da consumare a colazione, a spuntino mattutino, a pranzo, a spuntino pomeridiano, a cena) ,unitamente a verdure cotte o crude , a foglia verde e non , ma con limitazioni fino a 200 grammi per fagiolini,carciofi,melanzane,peperoni gialli, rossi, pomodori

Buonasera, volevo chiedere se per me può andare bene la dieta penta. Ho 45 anni sono alta 160 cm e peso 55 kg. Ho fatto ICM e mi ha dato corporatura normale. Ma il mio peso è stato sempre intorno ai 50 /52 kg. Da un anno a quedta parte ho preso 3/5 kg e mi sento appesantita e gonfia. Ho conosciuto questa dieta perché mia mamma la sta seguendo sotto controllo medico. Volevo un consiglio e se potevo utilizzarla anch’io e ritornare ai miei kg precedenti. Grazie.

Assolutamente si : la puo’ iniziare e perdere il peso che desidera con assoluta tranquillita’

Buongiorno,
a causa dell’influenza il mio medico mi ha prescritto sineflog e flogeril forte, volevo sapere se l’assunzione può interferire con la chetosi?
Grazie

Sicuramente interferisce , ma deve curare i sintomi dell’influenza che sono prioritari rispetto alla chetosi

Buonasera da gennaio 2017 e per tutto l anno ho seguito la dieta penta e ho perso quasi 20 kg. Adesso a dieta praticamente finita vorrei perdere altri 2 kg che prendo e poi perdo nel corso del mese per eccesso di liquidi, ripartendo dallo step 2, ma il mio dietologo me l ha sconsigliato perche non ho piu peso da perdere. Lui sostiene che ormai ho raggiunto il mio obiettivo e che continuando a consumare un prodotto penta è piu che sufficiente per mantenerlo. Lei che ne pensa considerato che tendo ad accumulare liquidi che mi appesantiscono?

Deve effettuare questi esami ematochimici a digiuno  insulina basale trigliceridi e glicemia , aldosterone, cortisolo : mi invii i risultati e le sapro’ dare consigli pratici per la ulteriore perdita di peso ( Le confido che non ci sono limiti alla perdita di peso in chetogenesi controllata )

Buonasera,
Mi occorre sapere se persone con problemi di calcolosi renale possono seguire una dieta Penta.
Se sì, come viene gestita la dieta per persone con questa patologia? Come si differenzia la dieta?
Grazie,
Manuela Quadrini

Mi deve  indicare  la composizione dei calcoli renali ,altrimenti non posso risponderle : comunque puo’ effettuare una dieta Penta ,ma per le precisazioni sulla dieta, mi deve  trascrivere la composizione chimica dei calcoli oppure quanto risulta dalla analisi del sedimento  delle urine

Salve dottore. Ho interrotto la dieta Penta circa un paio di mesi fa per prendermi un periodo di pausa. Durante questo periodo ho seguito una dieta normale e mi sono iscritta in palestra. Adesso ho intenzione di riprendere con il primo step e mi chiedo se il praticare attività fisica possa in qualche modo interferire con la chetosi o rallentare il calo ponderale. Di solito vado in palestra due o tre volte alla settimana, faccio dai 30 ai 40 min di cardio (ellittica, tapis roulant) e poi una serie di esercizi a corpo libero come addominali, squat, plank ecc. Cosa mi consiglia di fare?

Le consiglio di frequentare la palestra nelle ore mattutine e/o nel primo pomeriggio .Dopo aver effettuato gli esercizi cardio  assuma una barretta proteica ( le proteine pre assimilabili ivi contenute saranno utilizzate per la conversione in carboidrati in neoglucogenesi , al fine di ricostituire le riserve di glicogeno muscolare utilizzate durante l’esercizio cardio.