Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Invia quesito

Compila il seguente modulo (* campi obbligatori)

 

Cerca tra le domande



Scusi questa domanda gliela ho già fatta ma purtroppo non trovo la risposta. PRemettendo che sono molto contenta di come sta procedendo le chiedo delucidazioni su attività fisica. Io stando via tutto il giorno di casa posso solamente fare attività dopo le 18:00/19:00 di sera. Io nello specifico il lunedì marted’ giovedì e venerdì oltre a 40 minuti di camminata con il cane faccio poi degli esercizi a corpo libero, mentre il mercoledì e il sabato mattina faccio yoga dinamica. Questo è il mio unico vizio e valvola di sfogo e farei fatica a rinunciare. Inoltre da quando seguo la dieta ho notato che un fungo persistente nel piede sinistro (provato a curare in vari modi) è calato tantissimo se non quasi sparito. Da cosa potrebbe dipendere secondo lei. Grazie mille e scusi l’ ennesimo quesito.

Le confermo che l’attivita’ fisica serale e’ in senso generale controindicata per l’uomo : tutto cio’  perche’  qualsivoglia  attivita’ biomeccanica muscolare  determina una attivazione dello “Stress System Ipotalamico  (  le cui cellule sono situate nel nucleo paraventricolare dell’ipotalamo) ,con produzione endogena di  CRH ( fattore di rilascio della corticotropina), ACTH ( fattore di rilascio del cortisolo prodotto dall’ipofisi)  e secrezione  di cortisolo  da parte del surrene : ne consegue un  incremento della produzione epatica di glucosio   ,per motivazioni energetiche correlate all’utilizzo del sistema muscolare, che invece, nelle ore serali , dovrebbe stare a riposo ; tutto cio’  interferice  negativamente con l’ induzione della chetogenesi  ( in pratica si blocca l’ossidazione lipidica per la produzione endogena di glucosio che nutre il muscolo in esercizio ). Se , come si evince da quanto  da Lei enunciato , l’ attivita’ fisica  serale e’    EUSTRESS  , dovrebbe essere indagata, attraverso un esame impedenziometrico , la modificazione della composizione corporea indotta dalla dieta chetogenica e dall’esercizio fisico serale , che, mi auguro non consista nella perdita di massa magra  e risparmio della massa grassa .

Salve Dottore, io seguo il digiuno intermittente ( protocollo 16/8 per cui salto la colazione). Inizio direttamente dal pranzo con prodotto più verdura ( adesso a pranzo assumo penta Bios active), poi spuntino , poi cena e mi concedo il 4 prodotto dopo cena. Può andare bene o questo mi rallenta il dimagrimento? Dopo 2/3 ore dalla cena mi concedo o le praline oppure un doblone a

Il doblone   o le praline hanno  contenuto aggiuntivo lipidico ( mediamente 8-9 grammi) , raggiungendo cosi’ una densita’ calorica maggiore di altri prodotti New Penta ( p.es Fornodiet)  con limitazione lipidica; atteso che  Lei salta la colazione ,  consuma la sera l’equivalente calorico della colazione medesima  , con la differenza che i lipidi   introdotti nelle ore serali,   debbono essere ossidati nelle ore notturne ,durante le quali la “spesa energetica” e’ ovviamente minima;  tuttavia,se siffatta abitudine  ha come esito   un “calo ponderale lipidico”  la condivido: dovrebbe  comunque  poterlo verificare con un esame impedenziometrico.

Buonasera ho trovato queste domande con delle risposte contraddittorie…. dove e’ la verita?

Durante lo step 1 il cavolo romano si può mangiare? Grazie
si, fa sempre parte della famiglia dei cavolfiori

Buongiorno dottore, si possono mangiare il cavolfiore i broccoli e il cavolo romano?grazie
Assolutamente no

Buonasera. Vorrei capire la differenza tra cavolo, cavolo cappuccio e verza. Quale è cosentita a volontà e quale no? Io amo il cavolo verza, posso mangiarne 1kg al gg?
Chiedo perché il ketur è sempre bianco.. ma fame zero. Sono in chetosi o no? Non sbaglio nulla..ne sono certa. A parte forse il consumare troppa verdura. Però sul cavolo cappuccio non dovrebbero esserci limitazioni… eppure..è l’unica cosa che potrebbe farmi uscire di chetosi o avere dei dubbi : troppa verdura. Altro sono sicura di non sbagliare. Ps. Con i 3 prodotti proteici non supero mai 15grammi di carbo..
Con il termine “cavoli” s’indicano alcune specie della famiglia delle Cruciferae; per le loro diverse caratteristiche morfologiche si distinguono in:
Brassica oleracea botrytis, cavolo broccolo e cavolfiore;
Brassica oleracea capitata, cavolo cappuccio e cavolo-verza;
Brassica oleracea gemmifera, cavolo di Bruxelles;
Brassica oleracea gongyloides, cavolo-rapa;
Brassica napus, cavolo-navone;
Brassica pekinensis, cavolo-cinese.
mentre alcuni come il broccolo ed il cavolfiore hanno un contenuto di glucidi limitato ( circa 4,5 gr per 100 grammi di prodotto ) altri come il cavolo cappuccio, la verza ed i cavolini di bruxelles raggiongono i 6,5- 7 grammi per 100 grammi di prodotto. Chiaramente questi ultimi se consumati in grande quantità (e 1 kg sono grandi quantità!) possono interferire con la chetosi.

Buongiorno dottore, si possono mangiare il cavolfiore i broccoli e il cavolo romano?grazie
Assolutamente no
Salve Dott.re è possibile mangiare nel primo step broccoli e cavolfiore? Grazie
No non e’ consentito

E’ stata effettuata una revisione sistematica delle verdure concesse senza limitazioni,  e di quelle concesse con limitazioni:purtroppo tutte le verdure appartenenti alla famiglia delle brassicacee ( compreso il cavolo romano, cavolo cappuccio, cavolo verza, broccolo da Lei enunciate ) contengono carboidrati vegetali (nella specifica  trisaccardi denominati   raffinosio ) che vengono convertiti  in glucosio, ad opera della flora batterica intestinale,interferendo con la chetogenesi.Il senso della fame in chetogenesi e’ soppresso ; in realta’  l’acido aceto acetico, ovvero acetone  non sempre e’ rintracciabile nelle urine ,atteso che viene tutto ossidato nel  tessuto muscolare oppure nel sistema nervoso centrale  (per cui il Ketur test e’ negativo); in tal caso e’ invece  utile misurare la concentrazione  ematica  di un ulteriore corpo chetonico prodotto  denominato acido butirrico , ovvero  butirrato ( atteso che siffatto corpo chetonico non viene eliminato con le urine ed e’ il principale indicatore della produzione  endogena di corpi chetonici  derivanti da ossidazione lipifdica)

salve dottore
da 6 giorni sono stazionario al peso di 93.6, dopo averne persi 7 nei primi 15gg
faccio sempre i miei 4 pasti step 1 con i prodotti ogni giorno, l’unica cosa in questi giorni ho aggiunto , sono camminate di 3-4 km … possono aver influito negativamente?

Riduca drasticamente l’introito del sale nei condimenti delle verdure ,aumenti l’introito idrico, e ,momentaneamente  , effettui passeggiate meno impegnative.

Buongiorno .. vorrei sapere se posso assumere la CENTELLA in capsule della Specchiasol.
Ho dubbio perché negli ingredienti c’è gelatina alimentare.
Glieli elenco..
Ingredienti : agente di carica :cellulosa, gelatina alimentare,centella parte aerea, agenti agglomeranti:sali di magnesio degli acidi grassi , biossido di silicio, titanio biossido.
Grazie mille. Aspetto sua risposta

La gelatina alimentare e’ una proteina del collagene : puo assumere la centella in capsule

Salve, vorrei iniziare una dieta chetogenica. Un mio parente ha usato i vostri prodotti e si è trovato bene, io però avrei bisogno di essere seguita in maniera attenta avendo la Tiroidite di Hashimoto, diagnosticata 14 anni fa, sotto controllo endocrinologico semestrale con ecotiroide e terapia farmaceutica con Eutirox 100 tranne giov e domenica 0,75. Sono intollerante al lattosio e mi sono accorta che mi dà molto fastidio la bevanda all’avena, forse perchè sono allergica alle graminacce e anche alla parietaria.
Ho 47 anni, sono alta 1,74 cm e peso 82 kg. Non riesco a dimagrire di un etto a meno che non faccio il digiuno per giorni.
Spero di ricevere presto le risposte che mi possono aiutare a ritornare al mio peso forma.

La dieta chetogenica puo’ esere da Lei intrapresa utilizzando i prodotti New Penta privi delle proteine del latte : per quanto concerne la sensibilita’ alla bevanda all’avena effettui test sierologici correlati alla sensibilita’ al glutine ( anticorpi anti gliadina deamidata IGA ed IGG , anticorpi anti transglutaminasi IGA ed  IGG) : se positivi dovra’ assumere soltanto prodotti New Penta privi di lattosio e di glutine .

Buongiorno dottore,
Ho iniziato da poco lo step 1… sto utilizzando al mattino Bioton memoria e concentrazione… potrebbe darmi problemi con la perdita di peso e quindi con la chetosi?
In attesa di risposta, grazie.

Puo’ interferire poiche’ contiene estratto di  ginkgo biloba nella cui composizione sono presenti carboidrati

Buongiorno, dopo quanto tempo da un intervento di videolaparacolecistectomia si può intraprendere un percorso di alimentazione chetogenica?
Grazie

Non ci sono controindicazioni a iniziare  subito una dieta chetogenica dopo l’intervento da Lei citato: la bile  ( contenente acidi biliari) prodotta dal fegato ,anziche’ essere riversata nella colecisti, e’ direttamente condotta , attraverso il coledoco,  nel duodeno

Buongiorno. Su consiglio della nutrizionista, ho deciso di intraprendere la dieta che torni a. Ho già acquistato i prodotti ma al momento assumo Medrol, un quarto di pastiglia al giorno (da ieri, prima due quarti).
Attendo di terminare l’assunzione prima di iniziare o, in quella quantità, non ha interferenze?
Grazie!

Attenda di terminare l’assunzione poiche’ il cortisone contenuto nel medrol aumenta la produzione epatica di glucosio e interferisce con la chetogenesi

Buongiorno Dottore le volevo anche chiedere soffrendo della sindrome di IPOGLICEMIE REATTIVE posso eventualmente intraprendere un protocollo completo oppure solo colazioni o spuntini……
Grazie
A presto
Antonella

Puo’ intraprendere il protocollo completo : non incorrera’ sicuramente in ipoglicemia ,atteso che la concentrazione plasmatica della insulina ,in chetogenesi , solitatamente diminuisce e non  si realizzano le ipoglicemie reattive  da Lei temute

Buongiorno dottore.
Guardando le tabelle nutrizionali dei vari prodotti notavo una cosa. quelli destinati agli snack sono molto più calori di quelli riservati ai pasti. Come è possibile e come regolarsi?
Grazie e a presto
Antonella

Deve limitare gli snacks

Buongiorno dottore,
Volevo sapere se le verdure concesse,come ad esempio le zucchine,si possono usare anche quelle surgelate..ho notato che hanno anche molte più calorie,come mai?Posso continuare a mangiarle o meglio quelle fresche?
Altro quesito..prendo da un anno un integratore per prevenire cistiti,esattamente il dimannosio puro in capsule..può interferire con la chetosi?In teoria dovrebbe andare direttamente alle vie urinarie ma volevo sapere un suo parere.
La ringrazio

Il d-mannosio ( ovvero destro mannosio) e’ un carboidrato che interferisce con l’adesione dell’escherichia coli alla parete vescicale , ed e’ utilizzato per la prevenzione delle cistiti ricorrenti causate da tale batterio: tuttavia essendo un carboidrato ,puo’ interferire con la chetogenesi; e’ sempre meglio utilizzare per le proprieta’ nutrizionali verdure fresche e , in particiolare quelle di stagione, rispetto a quelle surgelate.