Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Invia quesito

Compila il seguente modulo (* campi obbligatori)

 

Cerca tra le domande



Buonasera ho.inziata la dieta penta con step 3 è il primo giorno ,è possibile non dimagrire? Siccome ho letto nei commenti che qualcuno non è dimagrito grazie.

La dieta  correlata al protocollo Multifasico New Penta non deve essere iniziata con lo step 3: lo step 3 e’ uno step di stabilizzazione del peso e non la aiuta a dimagrire

Deve iniziare dallo step uno utilizzando gli integratori normo-proteici ed ipoglucidici nei pasti principali : colazione -spuntino mattutino e pomeridiano  pranzo -cena .Deve poi proseguire con gli ulteriori steps  : nello step 2 ( sostituendo l’ integratore della cena con proteine della carne o del pesce o dell’uovo , a rotazione) per poi proseguire con gli steps di stabilizzazione 3-4- e 5.Si faccia comunque aiutare da un medico  che utilizza nella pratica clinica il protocollo multifasico New Penta .

Buongiorno dottore, ho iniziato il percorso dovendo perdere solo pochi kg usando prodltti penta solo a colazione e per gli spuntini e accompagnando i secondi con una fetta di pane penta. È corretto?

Il protocollo nutrizionale multifasico New Penta prevede l’induzione della chetogenesi controllata in primo step,- previo utilizzo di soli integratori normo -proteici ed ipo- glucidici ai pasti principali (colazione, pranzo e cena ,nonche ‘ negli spuntini mattutino e pomeridiano ):seguono poi gli steps 2- 3- 4- 5, utilizzati per il consolidamento della chetogenesi controllata ( step 2 ) ,nonche’  per la stabilizzazione del peso corporeo raggiunto ( steps 3- 4- 5 ) . Pertanto anche se l’obiettivo e’ un minimo calo ponderale gli steps del protocollo nutrizionale multifasico debbono essere rigorosamente osservati , anche per breve periodo di tempo, al fine di mantenere n,el tempo, la stabilizzazione del calo ponderale raggiunto.

Buongiorno,
il mio endocrinologo mi ha prescritto un piano alimentare con inserimento dei vostri prodotti, che mi ha prescritto per la colazione e gli spuntini, pranzo e cena invece con piatto di proteine e verdure concesse. Ma dove trovo un elenco di proteine, verdure e condimenti concessi? Grazie

Se vuole intraprendere il percorso  nutrizionale correlato al protocollo multifasico New Penta deve assumere a pranzo e a cena prodotti normo proteici ipoglucidici New Penta , al fine di indurre, in primo step , la ossidazione dei lipidi accumulati nel suo organismo (  cioe’ nel tessuto adiposo addominale e sottocutaneo) e quindi la produzione di corpi chetonici  che sono substrati energetici ossidabili  nelle cellule di  “tessuti target” quali quelle del tessuto muscolare  striato  scheletrico e cardiaco ,  del parenchima renale, del parenchima cerebrale ecc..Il pasto con proteine naturali della carne , (rossa o bianca) , del pesce, dell’uovo viene solitamente introdotto  quale pasto  serale , soltanto  dal secondo step, come contemplato  nel protocollo multifasico New Penta : quindi le proteine che l’endocrinologo  intende somministrarLe , quali ” proteine concesse” in realta’ sono quelle del pasto serale (secondo step New Penta)  come sopra citato.

Buongiorno,
ho iniziato ad usare i vs. prodotti da Lunedi 08/10/2018
volevo sapere visto che a meta mattinata ho sempre un po’ fame
se posso inserire uno spuntino dei vs. prodotti oltre al pomeriggio.
Grazie
Carmen

Assolutamente si

buonasera Dottore,
le scrivo in quanto ho iniziato da poco il primo step ma mi riesce difficile mangiare le buste salate posso sostituirle con le dolci.
grazie
cordiali saluti

Assolutamente si

Buongiorno, sto seguendo sotto controllo medico e in modo ‘talebano’ la dieta da 2 settimane e sto dimagrendo. Ho avuto fame i primi 4-5 gg,, successivamente una sensazione di fame ‘sedata’ , per cui pensavo di essere sulla strada buona per non avvertire più senso di fame. Purtroppo da 2-3 gg la fame sta aumentando. Stamattina colazione con 1/2 busta, poi a metà mattina altra busta. Adesso ho appena mangiato un panino con verdure e frittata di 1 albume, poi avevo ancora fame quindi ho consumato il mio snack quotidiano (cioccolato e cocco) e adesso mi brontola lo stomaco, non capisco. Anche ieri sera e la sera prima dopo 2 ore dalla cena (busta e verdure concesse in abbondanza) mi brontolava lo stomaco e così stamattina prima di alzarmi. Sbaglio forse qualcosa? Il medico mi ha dato 3,5 buste al giorno + 1 snack + 2 buste di Pentacal+. Non consumo quelle verdure per cui è concesso un max di 200 gr (il medico ha preferito toglierle del tutto per il primo step), ma solo quelle concesse in quantità (e io ne consumo tante). 2 albumi d’uovo al giorno che utilizzo da soli o per allungare le buste. Utilizzo spesso aglio in polvere e cipolla in fiocchi per i condimenti. Olio 2 cucchiai al giorno, aceto forse anche 3/4 cucchiai al giorno. Mezzo bicchiere di vino (a volte) x cucinare le verdure (il medico mi ha detto ok). Niente dolcificanti, niente gomme o caramelle con dolcificanti. Acqua almeno 1,5 lt al gg. La ringrazio anticipatamente per la risposta

L’errore che commette  consiiste nell’utilizzo della cipolla in fiocchi per condimenti (utilizzi solo cipolla in polvere) :, anche se disidratati, i fiocchi  contengono  carboidrati in concentrazione tale da  movimentare l’insulina : siffatto processo metabolico  Le induce la sensazione di fame non sedata ; il vino non lo deve usare;non deve aggiungere albume d’uovo poiche’ determina ritardo di movimentazione insulinemica in quanto contiene aminoacidi glucogenetici.

Buongiorno. In primo step posso proseguire a prendere Slim Metabol di Zuccari che ho cominciato ad assumere già da qualche settimana? Posso continuare ad assumere Orotre di Takeda (calcio carbonato e colecaciferolo) prescrittomi perchè in terapia cortisonica ormai da tempo? Grazie per l’aiuto.

Non utilizzi slim metabol poiche’ contiene zuccheri sotto forma di destrine di mais  parzialmente idrolizzate titolate all’82% : determinano movimentazione insulinica e bloccano la chetogenesi ( sono quindi incompatibili con il protocollo nutrizionale multifasico New penta)

buonasera,
volevo sapere se si possono sostituire i prodotti dolci con quelli salati.
mi spiego a pranzo o cena posso mangiare verdure e una busta dolce.
grazie

ASSOLUTAMENTE SI

salve dottore,
ho fatto la dieta dal 13 aprile al 15 luglio, ho fatto in totale i primi 3 step perdendo in totale 14 kili, purtroppo per motivi strettamente personali non ho potuto proseguire fino a completamento della dieta. ovviamente qualche chilo l’ho ripreso e non vorrei vanificare gli sforzi fatti. la domanda è considerato che mi sono rimasti diversi prodotti posso comunque integrarli nella mia dieta quotidiana bilanciando i prodotti penta come facevo durante la dieta? e se volessi tra qualche mese riprendere la dieta non potendo seguirla per tanti mesi se prendessi un box al mese potrei comunque ottenere dei risultati? Grazie infinite per l’attenzione.

Assolutamente si :  puo’ integrare i prodotti non consumati nella dieta quotidiana assumendoli come appresso indicato:

un integratore a pranzo , mezzo integratore a spuntino pomeridiano e 100 grammi di carne o pesce o 2 uova con verdura a cena

Se volesse riprendere la dieta tra qualche mese deve consultare il suo medico nutrizionista ,osservando  comunque rigorosamente lo step 1 per 2 o 3 mesi , per passare poi allo step 2 per  almeno due mesi e procedere quindi con gli steps successivi 3 e 4 ,  per un mese ciascuno : tutto cio’ al fine di ottenere un  considerevole calo ponderale  e  conseguire nel tempo  una ottimale    stabilizzazione  del  peso corporeo   . Potra’ poi effettuare una alimentazione (step 5)  con carboidrati somministrabili  in modo bilanciato,  comunque secondo quanto deciso dal Suo  medico nutrizionista  ( per es. alimentazione normo-proteica  con  alto carico glucidico a colazione e basso carico glucidico a cena)  al fine  mantenere ,per il futuro  , il calo ponderale conseguito   grazie   al  protocollo nutrizionale multifasico New Penta ,evitando quindi  pericolose oscillazioni “in ripresa” del peso corporeo medesimo.

in step 1 posso mangiare il farro ?

Assolutamente no perche’ contiene carboidrati

Oggi ho iniziato Pento diet ,volevo sapere se posso prendere le pastiglie Elkopur 312 per eliminazione dei metalli dal nostro corpo.
Grazie Carmen

Le puo’ assumere tranquillamente , non interferiscono con la chetogenesi controllata indotta dalla VLKCD (Very Low Density Caloric Diet ) primo step del protocollo multifasico New Penta

Vegetariana, sto cercando un prodotto nutrizionale che sia assolutamente a base vegetale, SENZA carnitina o elementi simili.
Ho effettuato un grande intervento a tutta l’arcata gengivale inferiore a seguito di un incidente, e in questo periodo non posso nutrirmi in modo adeguato.
Il mio problema NON E’ di perdere peso, ma piuttosto di NON perdere troppo peso e soprattutto massa muscolare, non potendomi nutrire con le mie modalità abituali. Corporatura esile, peso ora 40 kg. per 1.58 altezza.
Sto cercando un integratore per non perdere massa muscolare. Non userei mai prodotto che contengano carnicina.
Avete una linea di prodotti per vegetariani? Come posso controllare gli elementi nutrizionali e l’origine dei vostri prodotti?
Grazie.
Dr. Piera Campia

I prodotti New penta non contengono carnitina : per la loro produzione  sono comunque utilizzate proteine estratte dal siero del latte , dall’uovo, dal frumento, dai piselli, dalla soia .Al fine di poter controllare le etichette nutrizionali di ciascun prodotto New Penta chieda allo Staff  la possibilita’ di consultare il catalogo in formato elettronico, sicuramente pubblicato sul web.Deve comunque integrare la Sua dieta  almeno con Vitamina b12, Acido Folico, Ferro, Vitamina D3  .La carnitina viene prodotta nell’organismo umano solo nella misura del 25% del fabbisogno e quindi deve necessariamente essere introdotta con la dieta , altrimenti gli acili degli acidi grassi non possono essere trasportati nel mitocondrio per essere sottoposti alla ossidazione con successiva produzione di ATP .La carenza di carnitina genera gravi disfunzioni mitocondriali ,atteso che riduce drasticamente la ossidazione degli acidi grassi  e quindi la produzione di ATP necessaria per la sintesi proteica.