Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Invia quesito

Compila il seguente modulo (* campi obbligatori)

 

Cerca tra le domande



Buonasera dottore,
può cortesemente indicarmi gli alimenti consentiti nel primo step
Grazie

Tutti i prodotti nutrizionali New Penta contrassegnati con il triangolo rosso e la scritta 1 ( da consumare a colazione, a spuntino mattutino, a pranzo, a spuntino pomeridiano, a cena) ,unitamente a verdure cotte o crude , a foglia verde e non , ma con limitazioni fino a 200 grammi per fagiolini,carciofi,melanzane,peperoni gialli, rossi, pomodori

Buonasera, volevo chiedere se per me può andare bene la dieta penta. Ho 45 anni sono alta 160 cm e peso 55 kg. Ho fatto ICM e mi ha dato corporatura normale. Ma il mio peso è stato sempre intorno ai 50 /52 kg. Da un anno a quedta parte ho preso 3/5 kg e mi sento appesantita e gonfia. Ho conosciuto questa dieta perché mia mamma la sta seguendo sotto controllo medico. Volevo un consiglio e se potevo utilizzarla anch’io e ritornare ai miei kg precedenti. Grazie.

Assolutamente si : la puo’ iniziare e perdere il peso che desidera con assoluta tranquillita’

Buongiorno,
a causa dell’influenza il mio medico mi ha prescritto sineflog e flogeril forte, volevo sapere se l’assunzione può interferire con la chetosi?
Grazie

Sicuramente interferisce , ma deve curare i sintomi dell’influenza che sono prioritari rispetto alla chetosi

Buonasera da gennaio 2017 e per tutto l anno ho seguito la dieta penta e ho perso quasi 20 kg. Adesso a dieta praticamente finita vorrei perdere altri 2 kg che prendo e poi perdo nel corso del mese per eccesso di liquidi, ripartendo dallo step 2, ma il mio dietologo me l ha sconsigliato perche non ho piu peso da perdere. Lui sostiene che ormai ho raggiunto il mio obiettivo e che continuando a consumare un prodotto penta è piu che sufficiente per mantenerlo. Lei che ne pensa considerato che tendo ad accumulare liquidi che mi appesantiscono?

Deve effettuare questi esami ematochimici a digiuno  insulina basale trigliceridi e glicemia , aldosterone, cortisolo : mi invii i risultati e le sapro’ dare consigli pratici per la ulteriore perdita di peso ( Le confido che non ci sono limiti alla perdita di peso in chetogenesi controllata )

Buonasera,
Mi occorre sapere se persone con problemi di calcolosi renale possono seguire una dieta Penta.
Se sì, come viene gestita la dieta per persone con questa patologia? Come si differenzia la dieta?
Grazie,
Manuela Quadrini

Mi deve  indicare  la composizione dei calcoli renali ,altrimenti non posso risponderle : comunque puo’ effettuare una dieta Penta ,ma per le precisazioni sulla dieta, mi deve  trascrivere la composizione chimica dei calcoli oppure quanto risulta dalla analisi del sedimento  delle urine

Salve dottore. Ho interrotto la dieta Penta circa un paio di mesi fa per prendermi un periodo di pausa. Durante questo periodo ho seguito una dieta normale e mi sono iscritta in palestra. Adesso ho intenzione di riprendere con il primo step e mi chiedo se il praticare attività fisica possa in qualche modo interferire con la chetosi o rallentare il calo ponderale. Di solito vado in palestra due o tre volte alla settimana, faccio dai 30 ai 40 min di cardio (ellittica, tapis roulant) e poi una serie di esercizi a corpo libero come addominali, squat, plank ecc. Cosa mi consiglia di fare?

Le consiglio di frequentare la palestra nelle ore mattutine e/o nel primo pomeriggio .Dopo aver effettuato gli esercizi cardio  assuma una barretta proteica ( le proteine pre assimilabili ivi contenute saranno utilizzate per la conversione in carboidrati in neoglucogenesi , al fine di ricostituire le riserve di glicogeno muscolare utilizzate durante l’esercizio cardio.

Buonasera, la mia nutrizionista mi ha prescritto un integratore ‘myopenta al cacao’ come sostituto di uno dei due pasti principali e mangiare proteine ergo carne bianca , pesce , uova e verdure nell’altro pasto . L’obbiettivo è perdere 3 kg circa.
È il metodo corretto ? Riesco a dimagrire così? Leggendo informazioni sono davvero scettica.

L’utilizzo del solo integratore Myopenta ,come sostituto di un pasto, non e’ in linea con il protocollo nutrizionale New Penta step 1 ,per l’induzione della chetogenesi controllata :  siffatto integratore ,contenente 3 grammi dello aminoacido L-leucina, e’ finalizzato a promuovere la sintesi proteica nella cellula del tessuto muscolare scheletrico,liscio,cardiaco;in particolare l’amminoacido  leucina, attivando la sintesi di proteine muscolari (actina e miosina), facilita, nel processo di sintesi proteica muscolare  , l’utilizzo degli aminoacidi delle proteine del siero del latte contenuti nel  Myopenta ( circa 15 grammi a bustina, escludendo ovviamente  gli aggiuntivi  3 grammi di L-leucina) .

Salve, vorrei sapere se il divieto di usare cipolla e aglio (e anche scalogno?) vale solo per lo step 1 e 2 o anche per gli step successivi.
Grazie mille.

Ovviamente vale solo per i primi due step

Gentile Dottore,sono allo step 1 e mi mancano ancora 8 kg da perdere entro fine gennaio per un intervento chirurgico al piede,ho integrato il drenante,aumentato l’apporto idrico e aggiunto del polase in compresse senza zucchero ma,nonostante tutto,il peso non scende. Faccio anche attività aerobica tutti i giorni,come posso sbloccarmi? È tassativo che io debba perdere quel peso entro quella data

deve sospendere il polase che purtroppo contiene carboidrati , anche se c’e’ la dizione senza zucchero : ho consultato personalmente il foglietto illustrativo : ciascuna compressa  contiene 0,5 gr di carboidrati

Deve limitare l’utilizzo del sale nei condimenti e sostituirlo con sale dietetico iodato Novosal

Deve effettuare ginnastica  aerobica nelle ore mattutine e , al massimo, nel primo pomeriggio ;e’ sconsigliata nelle ore serali poiche’ lo stress biomeccanico indotto dall’esercizio muscolare incrementa richieste energetiche aggiuntive di carboidrati , con aumento della   concentrazione plasmatica di cortisolo  e conseguente   richiesta di insulina .Tali  modificazioni ormonali di fatto bloccano la chetogenesi indotta dalla dieta

 

Gentile Dottore,
Sono da quasi un mese in step 1 ed ho perso 4 kg circa,ultimamente anzichè scendere di peso ne prendo e trattengo molto liquidi nonostante l’integrazione di un drenante e io faccia tutto correttamente(3 buste ed un prodotto solido). Cos’altro posso fare? A cosa potrebbe essere divuto questo fenomeno? Cordialmente

Deve interrompere l’utilizzo del sale aggiunto ai condimenti delle verdure  ed utilizzare pochissimo sale dietetico iodato es NOVOSAL  ;

Deve utilizzare un diuretico risparmiatore di potassio  es Aldactone 50 mg 1 cp al di

Deve utilizzare per dolcificare le bevande solo stevia in bustine

Deve evitare di fare attivita’ fisica nelle ore serali

Il fenomeno potrebbe essere ascrivibile  ad un temporaneo  blocco della attivita’ ossidativa lipidica per ricambio degli enzimi utilizzati nella beta ossidazione degli acidi grassi effettuata dal fegato e finalizzata alla produzione di corpi chetonici che costituiscono il substrato metabolico utilizzato dal muscolo e dal cervello nella chetogenesi indotta dalla dieta : deve insistere nell’utilizzo dei prodotti nutrizionali normoproteici ed ipoglucidici che sta assumendo e vedra’ che il calo ponderale riprendera’.

 

 

Buongiorno
quanti kg si possono perdere nei primi step?

la perdita di peso lipidico e’ correlata alle capacita’ ossidative lipidiche  di ciascun soggetto e dalla durata degli steps ; nei primi 2 steps si possono perdere anche decine di chili se vengono effettuati, sotto controllo medico, per lunghi periodi : ovviamente gli altri steps del programma  nutrizionale  multifasico New Penta sono correlati alla stabilizzazione del peso raggiunto e alla continuita’ nutrizionale con alimenti naturali in modalita’ bilanciata tra  macronutrienti  quali proteine,lipidi,glucidi

Dottore entrare ed uscire spesso dalla chetosi limiti quelli che sono gli effetti della dieta?

Entrare ed uscire dalla chetosi ovviamente limita , se non arresta il calo ponderale:in particolare determina perdita di massa magra ed in particolare di proteine muscolari che vengono utilizzate per sintetizzare glucosio ,atteso che non sono piu’ utilizzate quelle  contenute nei prodotti alimentari normoproteici ed ipoglucidici New penta