AVVISO IMPORTANTE SPEDIZIONI & ORDINI >>  CLICCA QUI
POSSIBILI RITARDI NELLE CONSEGNE >>  CLICCA QUI

Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Fai una domanda



Senza questo consenso, sarà impossibile fornirti i prodotti o le informazioni richiesti

Cerca tra le domande

Buongiorno Dottore, io seguo la dieta penta la prima volta ho perso 25 kg e da un paio di mesi ho ripreso Peso 76,5 kg. La mia Nutrizionista mi ha consigliato di acquistare e associare delle bustine di Keto/OS NAT alla Dieta Penta. Io non le conosco e vorrei capire se sono utili. Inoltre io assumo regolarmente il Topamax 200 mg pensa possano essere incompatibili? La ringrazio in anticipo per la risposta.

<p>il topiramato contenuto nel topamax incrementa la attivita' metabolica ed e' utilizzato anche quale farmaco coadiuvante la terapia nutrizionale finalizzata al dimagrimento:quindi e' compatibile con la dieta protocollo New Penta .Le bustine di Keto/OS nat contengono chetoni che Lei gia ' produce per ossidazione lipidica in chetogenesi controllata ;non vedo il motivo di abbinarli ad una dieta chetogenica </p>

Salve dottore ho eseguito il 1 step di 21 giorni e ho seguito alla lettera la dieta.. Poi ora nel 2 step ho sgarrato ogni tanto mangiando frutta. Cosa succede all'organismo? Va via l'acetone e dimagriro' meno o porta altre conseguenze? Grazie in anticipo per la risposta che mi darà! Sissi

<p>Se mangia frutta interrompe la chetogenesi e blocca il calo ponderale quindi non la puo' assumere neanche occasionalmente :la frutta contiene fruttosio che viene convertito in glucosio nel fegato </p>

Salve, posso utilizzare il dietor come dolcificante? quali sono ammessi? esiste un astevia meno saporita di altre? grazie

<p>Le consiglio francamente di usare la stevia </p>

Sono ad un mese di dieta penta. Ho effettuato curvaglicemica e insulinemica e risulto iperinsulinica. L endocrinologo mi ha prescritto lo slowmet 500 da prendere 1 compressa al giorno. Il biologo nutrizionista che mi segue mostra qualche perplessità relativa all'assunzione del farmaco e la continuazione della dieta penta per paura di ipoglicemia. Cosa prevede il protocollo?è compatibile l'assunzione della metformina e la chetogenica?

<p>Assolutamente compatibile: tuttavia in dieta Penta la concentrazione insulinemica si abbassa fisiologicamente consentendo cosi' la secrezione di glucagone con conseguente decadimento della massa grassa nonche' attivazione della ossidazione lipidica nel fegato con produzione di corpi chetonici : questi stessi nutrienti saranno utilizzati dal sistema nervoso centrale e dal sistema muscolare: detto questo, a mio parere ,la metformina non la consiglio poiche' serve solo a bloccare la conversione del lattato in glucosio e l'incremento del lattato le puo' creare ed implementare l' acidosi metabolica.</p>

HO SEGUITO LA DIETA PENTA DIET TRAMITE IL MIO MEDICO DOTTSSA BONGIOVANNI, ALL'INIZIO HO OTTENUTO RISULTATI BUONI MA ADESSO , COMPLICE IL LOCKDOWN HO RIPRESO 5 KG. VORREI RIPERDERE I KG PRESI MA NON RIESCO A SCENDERE . VORREI PROVARE A SOSTITUIRE UN PASTO CON UN INTEGRATORE ALIMENTARE , PASTO SOSTITUTIVO POTETE CONSIGLIARMI QUALCOSA. gRAZIE

<p>Deve riprendere il protocollo New Penta dallo step 1, poiche' la sostituzione di un solo pasto con un prodotto Penta non induce la ossidazione lipidica e neppure la chetogenesi controllata</p>

Buongiorno sono al 1 step da 15 gg e vorrei sapere se a colazione si può prendere preparato per bevande calde e un frollini scorze di arancia o devo considerarli due preparati

<p>puo' prendere tranquillamente un preparato per bevande calde e consumarlo insieme ad un frollino </p>

Gentilissimo Dott. De Santis, ho iniziato a giugno dello scorso anno il percorso Penta partendo da 90 kg con sindrome OSAS. A febbraio ho terminato il percorso chiudendo con un peso di 65.8. Oggi sono 64.1. Cerco di non esagerare nei cibi, pratico un po' di attività fisica. Vorrei poter arrivare a 57 kg (ho 61 anni, 2 figli e sono alta 158 cm). La dottoressa che mi ha seguita dubita che possa scendere ancora anche rifacendo la dieta perchè secondo lei il mio corpo "ha scelto" questo peso. Io però vorrei ancora perdere questi benedetti kg perchè vedo che sto' decisamente meglio di fisico e di morale. Secondo lei è sbagliato ricominciare il percorso da step 1? Devo attendere un periodo particolare per rifare la dieta? Troverò difficoltà a perdere il peso perchè più vicina al peso forma? Grazie infinite e buon lavoro

<p>Assolutamente deve ricominciare dallo step 1 ,utilizzando i prodotti New Penta normoproteici ,ma a bassissimo carico glucidico ( li trova leggendo le etichette nutrizionali del catalogo, qualora sia in Suo possesso ; in particolare Le suggerisco di scegliere prodotti in busta quali zuppe, creme, vellutate e prodotti forno diet quali le delizie, biscottoni ) .Se non fosse in posseso del catalogo lo puo' consultare sul sito internet dell'azienda ,ovvero richiederlo alla ditta che sicuramente lo inviera' alla Sua cortese attenzione .</p>

Buonasera dottore sono in step 2 da tre settimane, vorrei sapere quali spezie è possibile usare; inoltre, siccome ho terminato le chewing gum, con quali di quelle comuni potrei momentaneamente sostituirle in attesa di fare il prossimo ordine?

<p>Non consiglio le cheving gum comuni poiche' in genere contengono molecole dolcificanti che poi, per meccanismi biochimici ,l'organismo trasforma in glucosio, con esclusione di quelle dolcificate solo con stevia (deve leggere l'etichetta nutrizionale) :per le spezie, le puo' utilizzare tutte : in particolare Le suggerisco di utilizzare l'aglio e la cipolla solo in povere .</p>

buongiorno, sarei intenzionata a cominciare ma sto seguendonuna volta a settimana un corso di palestra EMS da 20 minuti. è considerata attività troppo intensa per la fase 1?

<p>No ma deve introdurre dopo l'esecizio in palestra un integratore nutrizionale new penta per reintegrare il glicogeno muscolare utilizzato quale supporto energetico per l'attivita' fisica </p>

Sto seguendo la dieta allo Step1, ho la creatinina a 1,74 e l'azotemia a 71, devo prendere qualche farmaco o si abbasseranno con la dieta?

<p>Deve ridurre l'apporto proteico degli integratori ovvero assumere 0,60 grammi di proteine pro kg di peso corporeo ideale : ad esempio se il suo peso corporeo ideale fosse di settanta kg l'apporto proteico giornaliero dovrebbe essere di 42 grammi ;per calcolarlo deve leggere l'etichetta nutrizionale di ciascun prodotto e calcolare complessivamente quanti ne puo' assumere al di.Deve evitare di utilizzare il sale o almeno utilizzare poco sale iposodico tipo novosal .Deve poi controllare almeno ogni 15 gg azotemia e creatininemia .Mi raccomando beva molta acqua almeno due o tre litri al di </p>

Buongiorno, sto valutando se intraprendere lo step 1 della penta propostomi dalla nutrizionista. Io assumo 2,5 ml di Prozac tutte le mattine dopo colazione per d.a.p. e, inoltre, avendo ovaio multifollicolare assumo un misurino la sera, dopo cena, di Inosavance. Potrebbero interferire? Inoltre faccio regolarmente attività fisica tutti i giorni ( 1 ora di camminata veloce su tapis roulant o mezz'ora più workout cardio e tonificazione) potrei continuare? Grazie

<p>Puo' intraprendere la dieta chetogenica senza problemi , ma la attivita' fisica non la deve espletare nelle ore serali </p>

Buongiorno dottore, sto seguendo la dieta penta con step 1 da 35 e ho perso 8 kg. (sono partita da 82,9). Avrei due domande relative all’attività fisica: - questo fine settimana sabato mattina ho fatto una camminata in montagna di 2 ore e un quarto e per la prima volta dall’inizio della dieta ho avuto sensazione di fame; è normale? - ho letto che l’attività fisica non deve essere fatta la sera; io durante la settimana posso farla non prima delle 18. Quindi è meglio non farla oppure comunque un apporto positivo c’è comunque?

<p>Indubbiamente ha sollecitato uno stress biomeccanico muscolare con aumento del cortisolo plasmatico ed incremento correlato della glicemia e dell'insulina :quindi la sensazione di fame finalizzata alla introduzione di nutrienti calorici e' in tal caso fisiologica.</p><p>Pr la attivita' fisica serale e' da intendersi quella attivita' praticata in ore dove la luce solare e' assente ,quindi il limite critico e' caratterizzato dal tramonto solare: cio' in relazione al bioritmo circadiano del cortisolo che ha una alta concentrazione plasmatica la mattina, all'alba, e una bassa concentrazione la sera, al tramonto.Sollecitare il sistema muscolare oltre il tramonto solare implica quindi la produzione endogena di una cortisolemia disfunzionale che si ripercuote sugli altri ormoni dell'omeostasi glicemica ovvero, insulina, glugagone, aldosterone .</p>