⚠️⚠️⚠️  IMPORTANTE | CAMBIO COORDINATE IBAN dal 15 APRILE 2021 >>> CLICCA QUI

Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Fai una domanda



Senza questo consenso, sarà impossibile fornirti i prodotti o le informazioni richiesti

Cerca tra le domande

Buongiorno dott., vorrei sapere se i prodotti penta sono idonei per le persone con ipotiroidismo e con intolleranza al lattosio. Grazie per la sua risposta!

<p>Assolutamente si, bisogna pero' scegliere quelli delattosati (nel catalogo New Penta pubblicato sul sito internet trovera' le indicazioni necessarie):per quanto concerne l'ipotiroidiosmo non esistono controindicazioni ad intraprendere una dieta chetogenica a condizione che l'ipotiroidismo sia curato adeguatamente con l'introduzione della Levo-tiroxina ,ormone sintetico con azione analoga all'ormone naturale, prodotto dalla tiroide</p>

Buon giorno le vorrei chiedere se nello step uno è possibile a colazione utilizzare il latte.

<p>No ,perche' contiene lattosio, che e' un disaccaride , composto da due molecole( una di lattosio e una di galattosio ) ,scisso nell'intestino da un enzima denominato lattasi </p>

Salve, avrei bisogno di un'informazione: è possibile assumere myopenta caldo? Il calore può alterare le proprietà nutrizionali?

<p>No , poiche'il calore potrebbe alterare le molecole di leucina, aminoacido essenziale contenuto in concentrazione elevata nel prodotto Myopenta</p>

Buongiorno, seguo il regime pentadiet da metà agosto con ottimi risultati. Ho perso già 12 kg partendo dai miei pesantissimi 90 kg. Mi chiedevo solo se la mancanza di zuccheri danneggiasse anche i "batteri buoni" della flora intestinale e nel caso se avesse degli integratori (ex fermenti lattici) da consigliare. La ringrazio per l'eventuale risposta, Buon Lavoro! SErena

<p>deve utilizzare gli integratori New Penta denominati Pentabios :tutto cio' al fine di mantenere una eubiosi intestinale</p>

Gentile dott. De Santis, sto seguendo lo step 1 da 7 gg, ma ieri sono stato male e mi sono recato in PS per ematuria con coaguli e colica renale sx, dove mi è stato somministrato Fentanest 100 mcg. Quando ho detto di seguire una VLCKD, il medico di PS mi ha detto di interrompere "per non incasinare la situazione". Io, però, per sicurezza, chiedo a Lei se posso continuare a seguire il protocollo, anche perché ho necessità di risolvere la mia insulino-resistenza. Purtroppo nessuno mi ha saputo dire la composizione dei miei calcoli renali. Ho letto da alcun sue risposte che è necessario evitare alimenti che contengono importanti quantità di acido ossalico, tra cui le proteine isolate della soia che, purtroppo sono presenti in 3 dei 5 integratori che prendo tutti i giorni (fra cui la pasta protiligne). Per quanto riguarda le verdure, invece, sto mangiando soltanto valerianella, lattughino, zucchine, sedano, finocchio, (pochissimi) funghi, erba cipollina e prezzemolo. Inoltre utilizzo, per insaporire, noce moscata e cannella in polvere. Le analisi del sangue e delle urine fatte ieri in PS sono quasi tutte nella norma: urea 40, glucosio 89, potassio 3.73, sodio 142 (al limite), calcio 9.9 (quasi al limite), creatinina 0.91, bilirubina totale 0.82, creatinina chinasi 66, alanina 18, eosinofili, basofili leggermente fuori range, ketoni +++. Cosa mi consiglia di fare? Per quanto riguarda l'acqua, invece, mi consiglia di bere un'acqua oligominerale o va bene quella del rubinetto che dalle mie parti è un bel po' calcarea? E il primo step per quanto tempo devo seguirlo? la mia nutrizionista (biologa) mi ha consigliato 2 mesi, che ne pensa? In attesa di un Suo cordiale riscontro, La ringrazio anticipatamente. AP

<p>Le consiglio una idratazione importante ( bere almeno tre litri di acqua al di)Le consiglio di assumere ad ogni pasto bustine di citrato di magnesio per alcalinizzare le urine (controllando la risalita del PH almeno a 6)</p><p>Puo' bere acqua oligominerale ; non mangi spinaci perche ' contengono in abbondanza ossalati.</p><p>Continui pure per 60 giorni il primo step della dieta chetogenica senza alcuna preoccupazione </p><p>Si sottoponga ad una ecografia renale ed effettui un esame standard delle urine per verificare cosa contiene il sedimento urinario </p><p>Mi informi delle risultanze degli esami ecografici ed analitici </p><p><br></p>

Buongiorno, sto al secondo step, vorrei sapere se posso consumare aglio cotto insieme ai funghi ed eventualmente scartarlo dopo la cottura. Lo stesso per la cipolla. Grazie

<p>Non li consiglio per il contenuto in carboidrati che potrebbero miscelarsi con l'acqua di cottura ed essere ingeriti </p>

Perché bisogna assumere aglio e cipolla liofilizzato e non quello normale?

<p>Perche' aglio e cipolla normali contengono carboidrati che bloccherebbero la chetogenesi indotta dal programma nutrizionale multifasico New penta</p>

salve avrei una domanda, la mia nutrizionista mi ha dato l formula 1 step tuttavia il programma giornaliero mette insieme delizie e crostini che sono 2 fornodiet, e possibile?

Buonasera, sono in fase 1 e vorrei sapere se l' aglio è permesso omeno

<p>solo in polvere ma non l'aglio fresco perche' contiene carboidrati</p>

quanto dura lo step1

<p>Lo step 1 ha una durata variabile, e deve essere personalizzato dal medico prescrittore :comunque maggiore deve essere il calo ponderale complessivo e piu' lungo deve essere lo step 1 .Cio' serve a garantire e consolidare la chetogenesi controllata indotta dal programma nutrizionale normoproteico-ipoglucidico e multifasico della New Penta </p>

Buongiorno dottore, ho una domanda che mi affligge da un po' di giorni. Sto seguendo la dieta pentadiet poiché ho un'insulino resistenza, ho seguito il primo step per un mese e ora sono al secondo. Il fatto però è che non dimagrisco più di un etto, ormai da 10 giorni, non capisco cosa possa essere successo. È possibile che si sia interrotta le chetogenesi o che non sia più efficiente? Eppure non avverto senso di fame o non mi pare di averla bloccata, conviene tornare in step 1? Grazie e buona giornata

<p>Le conviene tornare in step 1 e fare i seguenti esami ematochimici :insulina basale trigliceridi glicemia : me li invii e le sapro' indicare il livello di insulino resistenza cui e' giunto, ed inoltre come proseguire con il protocollo nutrizionale New Penta </p>

Buongiorno, vorrei sapere delle informazioni. A breve inizierò il regime new penta, prendo alcuni farmaci, tra cui: Klaira per PCOS, Sinopol forte, xanax e minias. Volevo sapere se iniziare questo nuovo regime sarà comunque valido e non ci sia nessun farmaco a bloccare il processo di dimagrimento come ad esempio la pillola Klaira. Ho 23 anni, peso 77 kili e sono alta 157 cm. Grazie, in attesa di risposta, porgo i miei più cordiali saluti.

<p>Deve assolutamente intraprendere il percorso nutrizionale protocollo New Penta poiche' e' fortemente indicato dalla letteratura scientifica nella sindrome dell'ovaio policistico e nella insulino resistenza </p>