AVVISO IMPORTANTE SPEDIZIONI & ORDINI >>  CLICCA QUI
POSSIBILI RITARDI NELLE CONSEGNE >>  CLICCA QUI

Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Fai una domanda



Senza questo consenso, sarà impossibile fornirti i prodotti o le informazioni richiesti

Cerca tra le domande

posso fare la dieta con i prodotti penta ora che sto allattando??

<p>Assolutamente si :l'allattamento non e' controindicato con l'induzione della chetogenesi controllata </p>

Ho iniziato la dieta da15 g, da ieri ho dolori ai reni ed al basso ventre

<p>i dolori che accusa non hanno alcuna attinenza con la dieta </p>

Vorrei perdere 15 kg in 3 mesi

<p>Deve effettuare la dieta multifasica New Penta consultando il referente sanitario piu' vicino a Lei ; le informazioni sul referente sanitario potra' ottenerle consultando lo staff New Penta, seguendo le procedure incluse nel sito Pentadiet.it</p>

gentile dottore, scrivo perchè sono al terzo giorno della fase 1 ma ho dei dubbi, credo di fare errori, ho dubbi su cosa deve essere destinato alla colazione, spuntino, pranzo e cena o se sono interscambiabili. inoltre dal secondo giorno soffro di uno spaventoso meteorismo con dolore pur senza problemi di stipsi. la ringrazio per l'aiuto

<p>Colazione e spuntino sono interscambiabili </p><p>pranzo e cena sono interscambiabili</p><p>per il meteorismo addominale Le consiglio di assumere pergyll combo una compressa a pranzo e una compressa a cena </p>

Come faccio a confermare l ordine e dare indirizzo fatturazione

<p>Deve chiamare lo Staff New Penta al numero verde che trovera' nel sito &lt;Pentadiet.it </p>

Buongiorno, dottore, sono al primo step e vorrei sapere se è possibile utilizzare la zucca, anche se limitatamente, per fare una minestra di verdure con le verdure consentite. Grazie

<p>Assolutamente no </p>

Buongiorno, l’anno scorso ho seguito il metodo Pentadiet avendo risultati molto soddisfacenti. Purtroppo ho avuto un carcinoma ovarico e durante le chemio ho rimesso un bel po’ di chili. Vorrei riprendere la dieta, ma sono ancora sotto terapia, mi stanno somministrando ogni 21 giorni un farmaco biologico il cui nome commerciale è AVASTIN. Posso ricominciare col metodo New Penta o potrebbe darmi problemi? Resto in attesa di un gentile riscontro Buona Giornata

<p>Deve assolutamente ricominciare : la dieta chetogenica e’ importante nella profilassi delle recidive neoplastiche in quanto contrasta l’effetto Warburg,   inducendo  collateralmemte all’effetto farmacologico della chemioterapia apoptosi delle cellule neoplastiche ,che hanno un metabolismo prettamente glucidico.</p>

Salve, Sono al quinto giorno del primo step e avrei delle domande su alcune delle indicazioni rilasciate nei materiali che mi sono stati spediti. In particolare, ci tenevo a chiarire 1) se fosse possibile consumare più’ di una sola verdura a grammatura limitata nel corso della giornata. Per esempio, so che non e’ possibile abbinare due verdure a grammatura limitata nello stesso pasto, me sarebbe possibile consumarne due al giorno in due pasti separati? 2) se non ho fame all’ora dello spuntino, e’ possibile consumare il preparato insieme a quello della cena? Di solito il mio spuntino e’ un preparato fornodiet dolce e mi chiedevo se in quel caso fosse possibile spostarlo alla cena e consumarlo come ‘dessert’… o, allo stesso modo, se non riesco a finire il preparato a uno dei pasti e’ possibile conservarlo e consumarlo al pasto successivo? 3) ho notato che il caffe’ d’orzo non e’ elencato tra le bevande consentite, e’ perché ha troppi carboidrati? 4) e’ possibile consumare una tisana a base di radice di liquirizia? 5) per le verdure a grammatura illimitata c’e’ rischio di consumarne comunque troppe e/o di uscire dalla chetosi cosi facendo? Grazie in anticipo!

<p>E’ possibile consumare verdure a grammatura limitata  ciascuna in un pasto</p> <p>No il preparato dello spuntino deve essere comunque consumato e non puo’ essere abbinato  all’integratore  della cena</p> <p>Non deve assumere assolutamente caffe’ d’orzo perche’ e’ incompatibile con la dieta chetogenica per il contenutyo di carboidrati!</p> <p>Non e’ possibile consumare  tisana con radice di liquirizia per l’alto contenuto in carboidrati della radice di liquirizia stessa solubilizzata nella tisana</p> <p>Per le verdure a grammatura illimitata non si esce dalla chetosi , ma comunque non vanno consumate in quantita’ industriali !!</p>

salve sono un soggetto iperteso in cura con terapia antipertensiva…qst tipo di alimentazione non ha controindicazioni vero?

<p>Assolutamente no , anzi porta alla guarigione clinica della ipertensione</p>

Buonasera dottore, sono al 6 giorno del 1 step e oggi sono stata costretta a mangiare fuori casa, mi sono portata una focaccia al pomodoro fornodiet farcita con bresaola e rucola con un cucchiaio d’olio…..ho rovinato tutto? Grazie e buona serata.

<p>Assolutamente no , ma in primo step la bresaola la mangi occasionalmente</p>

Buongiorno, seguo la dieta new Penta da diverso tempo ed ogni tanto, causa sgarri riprendo. Sono cambiate le verdure che si possono assumere e la mia domanda è questa: dobbiamo utilizzare le verdure solo indicate nell’elenco? Per esempio non ci sono più cavoli, broccoli, verza…? L’insalata iceberg si può mangiare? Grazie

<p>No, non ci sono cavoli, broccoli e verza e’ tassativo l’utilizzo delle sole verdure in elenco</p>

Buongiorno, vorrei iniziare il percorso penta ma assumo ciclosporina ! Avendo una malattia rara la PPT. Posso fare questo tipo di dieta ?

<p>Purtroppo non la puo’ fare : la suae’ una malattia rara   denominata paralisi periodica tireotossica IPOKALIEMICA ;si manifesta con   ipokaliemia e tireotossicosi associata ovviamente a   paralisi  muscolare ipokaliemica ( da carenza di potassio) ; in  chetogenesi controllata per regolare  le pompe ioniche di membrana cellulare e’ necessaria la  concomitante somministrazione orale  di potassio in ragione di 2 grammi al giorno( Pentacal) ,atta ad  assicurare la costante  biodisponibilita’ plasmatica dell’elettrolita; in corso di  crisi tireotossica  ci sarebbe comunque perdita incontrollata di potassio e quindi la necessita’, in casi di estrema ipokaliemia plasmatica, di intraprendere anche  una somministrazione  endovenosa  di potassio, a supporto del mantenimento di una concentrazione plasmatica dell’elettrolita finalizzata  alla prevenzione di “pericolose aritmie cardiache”.Quindi Le confermo che per Lei tale dieta e’ controindicata.</p>