Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Fai una domanda



Senza questo consenso, sarà impossibile fornirti i prodotti o le informazioni richiesti

Cerca tra le domande

Salve dottore vorrei un info … sono interessata al percorso penta e vorrei sapere , se provoca problemi ai reni , dato che i pasti sono proteici .. Ps: non ho alcun problema di salute se non chili in più .. è solo una domanda per eccesso di zelo.. grazie

<p>Anche nel 2019  e’ luogo comune  che la dieta proteica provoca problemi ai reni ; e’ puro” populismo sanitario”  : il quesito che Lei mi pone e’ infondato altrimenti non sarei a prestare consulenze alla ditta New Penta per sostenere diete che   anziche’ produrre “SALUTE AI PAZIENTI ” provocano invece ” DANNI RENALI” .</p> <p>La risposta e’ “assolutamente no!! Una dieta normo poroteica ed ipoglucidica quale quelkla del protocollo New Penta non provoca alcun danno renale, anzi mmigliora la funzionalita’ renale stessa atteso che anche le cellule  del nefrone, unita’ funzionale del rene, utilizzano i corpi chetonici  prodotti dal fegato per ossidazione lipidica, e sono altresi’ in grado di sintetizzare glucosio a partire dai composti aminoacidici contenuti negli integratori nutrizionali New Penta, in un processo biochimico  denominato neoglucogenesi,qualora le loro esigenze metaboliche richiedano l’utilizzo di siffatto substrato energetico.</p>

Salve dottore,sono allo step 3 posso mangiare i mirtilli o lamponi? e quando posso un gelato alla frutta, grazie mille anticipatamente

<p>Assolutamente no deve osservare scrupolosamente la dieta che che Le e’ stata programmata dal suo /a nutrizionista  in step 3 ,che e’ uno step di stabilizzazione del peso corporeo raggiunto.</p>

Buonasera Dottore, se durante lo step 1 dovesse capitare di cenare fuori, e quindi consumare un pasto proteico da step 2, si compromette qualcosa? Ovviamente riprendendo lo step 1 il giorno dopo. Grazie in anticipo per la risposta

<p>Se il pasto con proteine naturali della carne o del pesce o dell’uovo  e’ occasionale “no “,  se  invece i pasti  proteici cominciano ad essere non piu’ occasionali ma ,in un certo senso continuativi  ,(atteso che le proteine naturali stimolano la produzione di insulina  )  il quantitativo di corpi chetonici prodotti dalla ossidazione lipidica  sarebbe minore  per incremento insulinemico: la velocita’ di ossidazione  lipidica sarebbe minore, con conseguenze negative sul calo ponderale atteso  .</p>

Buongiorno, volevo fare una domanda relativa alla salsa di soia. È possibile utilizzarla nel percorso penta? A partire dal primo step? Grazie

<p>E’ una salsa fermentata ottenuta dalla soia e dal grano tostato:non la consiglio potrebbe avere un tenore di amidi non compatibile con la chetogenesi controllata</p>

Salve ho iniziato con la dieta penta sono allo step 1 ma da giorni ho fortissimo male alla gola risultata positiva allo streptococco . sotto dieta si può prendere l’antibiotico Zimox ? Mi dispiacerebbe troppo se va a incidere con la chetosi grazie dottore

<p>Se deve curare l’infezione streptococcica deve assumere l’antibiotico zimox : tutto cio’ interferisce temporaneamente  con la chetogenesi per la durata   della   antibioticoterapia .</p>

salve, sto iniziando lo step tre posso mangiare la frutta alle 10,00 invece che a colazione e posso mangiare salmone affumicato,grazie mille anticipatamente

<p>Non puo’ mangiare la frutta alle ore 10 perche’ il carico glucidico della colazione deve essere “importante “al fine di stabilizzare la secrezione mattutina del cortisolo indotta per fisiologia neuroendocrina dell’asse  ipotalamo-ipofisi-surrene e quindi , di conseguenza stabilizzare  il peso corporeo in step 3 .Il salmone affumicato puo’ essere consumato.</p>

Buongiorno ho una figlia che ha 14 anni (15 a novembre) ha la sindrome dell’ovaia policistica, puo’ utilizzare la dieta NEW PENTA? PREMETTO CHE IO L’ HO INIZIATA E LA CONOSCO. SALUTI Alessandra

<p>Assolutamente si ,migliora la insulino resistenza situazione metabolica tipica della sindrome dell’ovaio policistico</p>

Buongiorno, ho appena iniziato lo step 1 e non mi è chiaro un argomento: i pomodori. Sono concessi? nella tabella sono indicati, ma dalle risposte che vedo qui sembra siano proibiti. Grazie

<p>Sono concessi per un max di 100 grammi a pasto</p>

In caso di mal di gola sono concesse pastigli tipo borocillina o spray o colluttorio?grazie!

<p>Certamente</p>

Buongiorno Dottore, sto seguendo una dieta con prodotti penta da esatti due mesi. Ora il mio medico ha iniziato a farmi reintrodurre alimenti “convenzionali” a pranzo, oltre che alla cena, unitamente a pomodori e un pò di frutta. Il tutto, però, senza avermi fatto eseguire analisi del sangue. Io vorrei non uscire dalla chetosi per continuare a perdere peso. Lei mi consiglia di continuare con la dieta che stavo facendo finora o iniziare a rallentare, seguendo quanto detto dal medico che mi segue? Grazie

<p>Deve assolutamente continuare la dieta precedente, altrimenti introducendo frutta esce dalla chetosi</p>

Buonasera Dottore, causa lavoro sono spesso fuori casa dalle 8 alle 21. Colazione busta di protiligine , pranzo nulla, cena tra le 21 e le 22 verdura e prodotto fornodiet o linea blu senza glutine , a volte se ne ho voglia uova o tonno o pollo o tacchino, tanta verdura ed il tutto con circa due litri di acqua al giorno. Mi è impossibile far una dieta “normale” , secondo lei riuscirò ad avere dei buoni risultati? Ho iniziato da due settimane ma tranne il gonfiore estetico, non vedo risultati. Che mi consiglia? Molte grazie per l’attenzione e la disponibilità che vorrà dare alla presente!

<p>Nel caso specifico, Le consiglio di utilizzare soltanto il prodotto forno diet aglutinato  denominato delizie, che ha un contenuto ridottissimo di carboidrati:dovrebbe consumarlo a colazione ed a cena unitamente alle verdure  con abbondanti liquidi .Lo faccia per una settimana e mi descriva i risultati in termini di perdita di peso.Probabilmente l’attivita’ lavorativa da Lei espletata  sollecita il Suo asse neuroimmunoendocrino  Ipotalamo-Ipofisi-Surrene con produzione “Flat High” di cortisolo da parte del surrene  medesimo : ne consegue ,per ulteriore intervento del glucagone, un  incremento della produzione epatica di glucosio, nonche’ un aumento del livello plasmatico di insulina, che, di fatto, blocca l’induzione della chetogenesi .</p>

Buongiorno, sto seguendo la vostra dieta con soddisfazione, ho una domanda… Ho problemi con il ciclo e sono davvero tanto in ritardo. Il ginecologo mi ha prescritto il chirofol 500, s può assumere senza compromettere la chetosi? In caso di incompatibilità del medicinale, cosa posso assumere? Grazie

<p>Contiene inositolo, ovvero Vitamina B7, Vitamina B12, Acido Folico , ovvero Vitamina B9: lo puo’ assumere tranquillamente ,non interferisce con la chetogenesi indotta dalla dieta.</p>