AVVISO IMPORTANTE: POSSIBILI RITARDI NELLE CONSEGNE >>  CLICCA QUI

Il medico risponde

Il Medico Risponde è un servizio che New Penta mette a disposizione dei propri pazienti interessati a porre dei QUESITI RELATIVI AL METODO PENTADIET.

Risponde alle vostre domande il Dottor Danilo De Santis, Medico Chirurgo Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Fai una domanda



Senza questo consenso, sarà impossibile fornirti i prodotti o le informazioni richiesti

Cerca tra le domande

Buongiorno vi scrivo perchè visto i pochi risultati ho compromesso il programma. Vorrei chiedere se posso riniziare nonostante abbia semère assunto i vostri prodotti in modo errato e vi chiedo aiuto perchè io ho sempre l' addome basso gonfio e duro e che mi produce dolori molto forti. sono sempre stanca con gambe gonfie e piene di acque e sempre doloranti. Faccio 4 giorni tapis roulant ed esercizi e due giorni di yoga. sono 1,65 e peso 66 kg. ma non vorrei che la fase uno durasse troppo allungo ho paura di stancarmi. In questo momento sono molto demoralizzata e piango tutte le notti avrei bisogno di un grosso consiglio e capire se posso riniziare o capire se per caso il mio fisico che non riesce a metabolizzare il cibo a dei problemi e fare determinate fisite in passato sono stata bulemica e ho sempre assunto pochissime calorie aumentando sempre però di peso.

<p>Deve ricominciare osservando scrupolosamente il protocollo dello step 1:per la regolarizzazione del meteorismo addominale Le consiglio di assumere Macrogol 1 bustina al termine di ogni pasto.Faccia attivita' fisica piu' blanda :in chetogenesi controllata non serve attivita' fisica pesante ,poiche' incrementa il cortisolo plasmatico ,l'aldosterone e l'insulina e blocca di fatto il calo ponderale </p>

Buongiorno, sono una neomamma e dopo aver smesso di allattare ho deciso di iniziare il programma sperando di eliminare il peso in eccesso accumulato. Sono alta 1,68 e peso 70 kg. Dovrei dimagrare almeno 10 kg. Ho iniziato da una settimana il programma (step 2) ma ho perso solo 1.5 kg. Non è poco? Sbaglio forse qualcosa? il caffè, non zuccherato, può influire sulla chetogenesi? qual'è la tempistica prevista per perdere i kg ipotizzati? Che tempistiche devo aspettarmi per tornare al peso forma

<p>Deve iniziare dallo step 1 per garantire una piu' rapida perdita di peso e poi passare velocemente agli steps successivi:le consiglio almeno un mese di. step 1 e 2 mesi di step 2 Il caffe' non ha alcuna influenza sulla chetogenesi </p>

La dieta Penta può essere praticata dai Cardiopatici, donne in Gravidanza e Diabetici? Grazie

<p>Da cardiopatici e diabetici si ma da donne in gravidanza no </p>

si può usare il Diete.tic per dolcificare?

<p>si puo' utilizzare ma solo nella versione stevia </p>

vorrei sapere se avendo un LES con correlazione di altre patologie (recente cardiopatia e tiroidite lupica) e soprattutto con l'assunzione di vari farmaci (ramipril, dilzene, urbason, plaquenil, lansoprazolo,duoplavin, crestor) posso intraprendere un percorso dietetico di tipo chetogenico??

<p>ASSOLUTAMENTE SI :DEVE PERO' CONTROLLARE I PARAMETRI EMATOCHIMICI ASSOCIATI ALLE PATOLOGIE DA LEI EVIDENZIATE :VEDRA' PROBABILMENTE UN MIGLIORAMENTO DEI VALORI DI PARAMETRO ASSOCIATI ALLA PATOLOGIA AUTOIMMUNE, ATTESO CHE LA DIETA CHETOGENICA, ESSENDO ANTIINFIAMMATORIA, MODULERA' SICURAMENTE L'ATTIVITA' DEL SUO SISTEMA IMMUNITARIO, QUANTO A PRODUZIONE AUTO-ANTICORPALE E DI CITOCHINE INFIAMMATORIE (INTERLEUCHINE) , PARAMETRI CORRELATI ALLA SUA PATOLOGIA SISTEMICA AUTOIMMUNITARIA LUPICA </p>

buonasera, ho una domanda da porle. Inizierò il mio percorso con il metodo pentadiet lunedì e vorrei sapere se ci sono controindicazioni per i soggetti come me affetti da lipedema o se invece può portare dei benefici grazie mille

<p>ASSOLUTAMENTE NON SUSSISTONO CONTROINDICAZIONI PER LA CHETOGENESI CONTROLLATA IN SOGGETTI PORTATORI DI LINFEDEMA ,ANZI HO PERSONALMENTE OSSERVATO IN MIEI PAZIENTI ,CON SIMILARE PATOLOGIA ,UNA NOTEVOLE RIDUZIONE DEL LINFEDEMA, CORRELATA AD UN RESET FUNZIONALE DELL'ASSE NEURO IMMUNO ENDOCRINO IPOTALAMO IPOFISI SURRENE OPERATO DALLA DIETA CHETOGENICA ,E QUINDI UN MINORE RIASSORBIMENTO TUBULARE RENALE DEL SODIO, CON CONSEGUENTE RIDUZIONE DEL LINFEDEMA MEDESIMO </p>

Buongiorno due domande 1) più è alta là chetosi è più si dimagrisce? 2) sono in chetosi da un mese e non ho proprio più sete. Neanche la bocca asciutta come prima. È normale?

<p>Non esiste correlazione significativa tra livello di chetosi e calo ponderale lipidico, atteso che i corpi chetonici prodotti nel fegato debbono poi essere ossidati nelle cellule muscolari , nei neuroni cerebrali :la velocita' di ossidazione non e' correlabile al livello di chetosi atteso che i chetoni in eccesso vengono eliminati con le urine e con l'aria espirata .</p><p>Lo stimolo della sete, anche se assente, deve essere compensato comunque e sempre con l'introduzione giornaliera di minimo 2 litri di acqua :il bilancio o turn-over idrico del corpo umano e' di almeno il 3 per cento del peso corporeo, (quindi la quantita' di acqua introdotta deve essere almeno pari al 3 % del peso corporeo) .</p>

Buongiorno, sono al 51° giorno di dieta con il metodo Pentadiet con il peso iniziale di 92kg. e quello attuale di 83,5 kg. Per i primi 60 giorni devo assumere gli integratori PentaDEP ( 2 capsule al giorno) e PantaCAL+ (1 bustina al giorno). Da un paio di settimane è subentrata una situazione di tachicardia soprattutto notturna, con risvegli improvvisi ed una frequenza piuttosto elevata del battito cardiaco, situazione che persiste per una decina di minuti, inoltre mi sveglio con un leggero mal di testa. Desideravo chiedere questi sintomi possono essere dovuti ad eventuali effetti collaterali degli integratori assunti, e se si sapere se è il caso di sospenderli e in che modo. Il 3° step che inizierò la prossima settimana prevede l'assunzione di PentaMET2 (3 compresse al giorno). Premetto che dall'ultima visita cardiologica (circa 1 anno fa) non risultano problemi cardiaci se non alcune sporadiche e fastidiose extrasistolie. La dietologa che mi segue è la Dott.ssa Raffaella Caracciolo. Ringrazio anticipatamente per la Vs. consulenza, cordiali saluti.

<p>Deve incrementare l'utilizzo del pentacal 2 bustine al di anziche' una bustina al di </p><p>Deve assumere anche calcio tipo calcium sandoz cpr effervescenti 1 grammo :1 cp al di </p>

Buongiorno,ad Agosto del 2019 ho iniziato enantone 3,75 per asportazione di un fibroma a novembre 2019 .Partivo da un peso iniziale di 60 kg e sono alta 1.70.Ho fatto in totale 4 punture L ultima a novembre due giorni dopo L intervento .Ad oggi mi ritrovo a pesare 66 kg e sinceramente vorrei tornare a 59/60...vorrei iniziare un breve percorso solo per perdere i kg di troppo perché poi non ho problemi di approccio alimentare.Grazie

<p>Puo' assolutamente intraprendere la dieta del protocollo nutrizionale New Penta iniziando dallo step 1 e proseguendo poi con quelli successivi : le consiglio 45 gg di step 1</p>

Buongiorno vorrei sapere se si possono bere tisane e che tipo. Grazie

<p>tutte le tisane in commercio purche' dall'etichetta nutrizionale si evinca la assenza di carboidrati anche aggiunti per dolcificare il prodotto </p>

Peso 67kg ma dovrei pesarne 55, quanto tempo è necessario per perdere quei chili in eccesso?

<p>Seguendo il protocollo New Penta dire 3 o 4 mesi </p>

Assumo Glucophage 750 unidie per diabete mellito 2 e rosumibe 5mg/10mg per colesterolo e trigliceridi, ho iniziato la dieta oggi 21aprile,posso continuare ad assumere senza rischiare ipoglicemia? Grazie

<p>Continui tranquillamente la terapia antidiabetica e inizi la dieta protocollo New Penta: potra' constatare un calo delle glicemie e in quel caso sara' utile rirdurre la posologia del glucophage</p>